Torna puntuale come un orologio svizzero l’appuntamento con La Rubrica del Lunedì!

Questa è la volta di Anna di Tamago Craft che realizza creazioni gioiose e colorate che ti strappano un sorriso solo a guardarle.

Iniziamo con un giochino per sciogliere il ghiaccio.

Dolce o salato? DOLCE

Mare o montagna? MARE

Cane o gatto? GATTO

Righe o pois? Mmm… ENTRAMBI

Primavera, Estate, Autunno o Inverno? PRIMAVERA

Thé o caffè? CAFFE’

Tinte pastello o colori pieni? COLORI PIENI

Ordine o caos? EH MI PIACEREBBE ORDINE MA PURTROPPO CAOS

Giorno o notte? UN TEMPO AVREI RISPOSTO NOTTE…ADESSO GIORNO

Ciao Anna, presentati.

Ciao, sono una mamma e vivo a Milano. Ho da sempre la passione per il cucito e il craft in generale, mia mamma era maestra d’asilo e in casa mia si è sempre respirata aria di creatività!

Dopo il liceo mi sono specializzata in sartoria e moda e ho lavorato per un po’ nell’ambiente come stilista e stylist (cioè mi occupavo dei look per le riviste e la televisione). Dopo anni di incertezze però mi ero un po’ stufata e mi sono orientata su un lavoro “regolare” mantenendo il cucito solo come hobby. Quando ho messo su famiglia (sono diventata mamma di due gemelli, un maschio e una femmina) ho perso il lavoro e ho così deciso di rispolverare la mia passione per il cucito cercando di farla diventare una professione! Ed eccomi qui!

Tamago Craft è il tuo marchio. Da dove viene questo nome, quando e come è nato?

Tamago in Giapponese vuol dire “uovo”. L’ho scelto prima di tutto perché amo il Giappone e il suo mondo di personaggi “kawaii”. Inoltre la parola mi ricordava un po’ T’amo ago (un po’ macchinoso lo so) e la forma tondeggiante dell’uovo si prestava bene per il simbolo che è stato disegnato da mia sorella Francesca, che è illustratrice.

Raccontaci la tua giornata tipo.

Mi sveglio alle 07,00 e porto all’asilo i bambini. Dopo di che torno a casa accendo lo stereo o la tv e inizio a lavorare sugli ordini o sul materiale per i mercatini. Ogni tanto esco a fare qualche commissione e alle 16,00 metto via tutto per andare a prendere i bimbi all’asilo.

Come funziona il tuo processo creativo?

                    

Purtroppo mi rendo conto di fare troppa poca preparazione. Quello che vorrei fare è pensare una collezione, disegnarla, rifornirmi dei materiali e realizzare i prototipi per vedere quali pezzi mandare avanti in produzione. La realtà è che ho 300 idee diverse e spazio sempre da una cosa ad un’altra e cambio spesso direzione. Quindi direi che appena ho un’idea che penso valga la pena realizzare lo faccio subito e o la va o la spacca. Ma devo dire che fino ad ora è andata abbastanza bene. Sto imparando mano a mano quali sono le cose che mi riescono meglio e che vengono apprezzate di più e cerco di concentrarmi su quelle.

Detto ciò uso tantissimo Pinterest che adoro!

Cosa ne pensi della scena handmade italiana?

Ne penso tutto il bene possibile. Ho conosciuto tantissime realtà artigianali di alto livello e persone fantastiche. Spero che cresca sempre di più nonostante le difficoltà che incontriamo in questo Paese.

Ci mostri la craftroom dove nascono le tue meraviglie?


Grazie mille ad Anna per questa bella intervista :)

Se volete seguire Tamago Craft nel suo mondo colorato la trovate qui!

Se le parole di Anna vi hanno ispirate e avete voglia anche voi di mettervi all'opera con ago e filo,

trovate tutto il materiale necessario sullo Shop online di Panini Tessuti

  

Antonella Pal, creativa compulsiva e blogger. Lavora da anni nel campo dell’handmade e il suo motto è Craft Makes Life Better!