Maglietta estiva in cotone | Realizzarla con lavorazione top down

Vi piacerebbe imparare a realizzare una maglietta ai ferri circolari? Ebbene sì, i ferri da maglia non sono solo prerogativa dell’inverno perché ci si possono realizzare anche capi d’abbigliamento estivi; ed è proprio questo il caso, infatti la nostra collaboratrice Manuela Cecchetti di I Knit So ci mostrerà come creare una bellissima t-shirt di cotone utilizzando i ferri circolari e la lavorazione top down. Vediamo insieme cosa ci occorre e tutte le indicazioni per creare la nostra bellissima t-shirt in cotone fatta a mano.

T-shirt ai ferri circolari

In questo video vedremo come si realizza una leggerissima  t-shirt in cotone utilizzando la lavorazione circolare top down e manica a raglan. Per chi non la conoscesse la lavorazione top down è un tipo di lavorazione molto comoda e per questo è tanto utilizzata. Si esegue con i ferri circolari lavorando dall’alto al basso del capo e  una delle sue peculiarità è quella di non avere cuciture. Il modello della t-shirt è di per sé semplice e può essere personalizzato in vari modi; nel video vedremo vari suggerimenti per farlo. Questo tutorial ferri circolari è pensato per chi ha già una conoscenza basica del lavorare a maglia e vuole avventurarsi nella realizzazione di un capo top down, ma anche per chi ha già lavorato questo tipo di capi e vuole provare a cimentarsi nella personalizzazione.

Non si tratta esattamente di un pattern scritto da seguire, ma di una tabella suddivisa nelle varie taglie con una sorta di scheletro delle istruzioni che viene accompagnata dal video per i dettagli della lavorazione.

Per scaricare la tabella in formato pdf clicca sul pulsante di seguito. 

Per prima cosa trovate lo schema della maglietta e la tensione di riferimento. La tabella è divisa per taglie e, per ciascuna taglia, trovate quelle che sono le misure fondamentali del capo (circonferenza busto e profondità scalfo) e dei suggerimenti di quelle meno fondamentali, come la lunghezza di maniche e busto, che possono invece essere adattate a vostro piacimento. Trovate anche una stima della quantità di filato in grammi, metri e gomitoli, basata sul filato che utilizzeremo per questo progetto. 

Ovviamente qualsiasi modifica nelle lunghezze andrà a incidere sulla quantità di filato necessaria per la realizzazione.

Nella seconda parte della tabella trovate invece uno scheletro dei passaggi fondamentali della lavorazione, come per esempio il numero di maglie da montare, il numero di ferri suggeriti per il collo, il numero di maglie necessarie per il set up dello sprone e altri dettagli fondamentali per la costruzione del capo.

Nel video vedremo come eseguire le lavorazioni dei vari passaggi e le eventuali personalizzazioni.

Ovviamente se preferite potrete realizzare questo capo totalmente in maglia rasata.

Insieme alla tabella troverete anche lo schema del pizzo che ho utilizzato io per questa  versione e una piccola bibliografia con link dove trovarne altri per rendere questa t-shirt unica.

Nel video mi vedrete lavorare sia sulla t-Shirt cotone Blu, misura 90cm che su quella lilla, misura 70cm.

Nella descrizione del video troverete anche tutto l’indice del video per poter sempre trovare i punti salienti della spiegazione.

Per qualsiasi domanda potete contattare Manuela ai riferimenti che trovate di seguito.

Il filato con cui è stato realizzato questo capo è il nuovo Cotone Baby Soft della Linea Panini Natural a marchio Panini tessuti; un prodotto realizzato interamente in Italia e certificato oeko-tex. Scopri di più leggendo l’articolo Cotone Baby Soft | Scopri il nostro nuovo prodotto

Questo filato di cotone è disponibile in molte varianti di colore, dai toni pastello alle tinte più scure ed è perfetto per confezionare capi da neonato. E’ un filato sottile composto al 100% da cotone mercerizzato, con un peso di 50 g e una lunghezza di 179 m.

In fascetta è consigliato un ferro 3 mm per la lavorazione.

Il Cotone Baby Soft ha una mano morbida e un bel drappeggio, per questo ho pensato di realizzare un capo leggero ed estivo come questa Canvas T-shirt.

Per questo modello, nel tentativo di massimizzare il drappeggio e la leggerezza ho voluto utilizzare un ferro da 3,5 mm e ottenendo una tensione a maglia rasata di 24 x 32 maglie lavato e bloccato.

Con questo filato non ho riscontrato grandi differenze dopo il lavaggio ma vi ricordo che è sempre meglio farlo per evitare spiacevoli sorprese sul capo finito. Inoltre vi consiglio di prendere nota della tensione prima e dopo il lavaggio per poter sempre capire, in qualsiasi momento della lavorazione a che lunghezza siete arrivati. Infatti se le due tensioni verticali fossero molto differenti anche provando il capo non avreste davvero il polso della reale lunghezza.

Il primo passo di questo progetto è quindi ottenere un campione con la tensione di 24 x 32 in 10cm  per poter seguire le indicazioni della tabella ed ottenere le misure indicate. A seconda della tensione che applicate al filo potreste aver bisogno di un calibro diverso da quello che ho utilizzato io.

Una volta deciso il ferro da utilizzare potete consultare la tabella per scegliere la misura. In tabella vedete le misure finite del capo. L’agio con cui l’ho progettata può andare dai 0 a 5 cm.

Controllate anche la misura dello scalfo per verificare che nel caso scegliate un agio pari a 0 cm abbiate spazio per il braccio.

Nel video vi suggerirò anche come eventualmente rimediare a questo problema.

Prima di iniziare a lavorare vediamo brevemente  quali sono le fasi di lavorazione della t-shirt cotone con manica a raglan lavorata top down, dall’alto verso il basso.

Si parte quindi  dal collo, montando il numero di maglie corrispondente alla taglia scelta e poi congiungendo per la lavorazione circolare. Questa ricetta prevede un collo sottile  di 4 -6 ferri a maglia legaccio con un ferro del calibro inferiore a quello principale.

Terminato il collo lavoreremo un giro a dritto e contemporaneamente inseriremo i marcapunti per il raglan seguendo  la suddivisione indicata in tabella per la taglia scelta.

Dal giro successivo cominceremo a lavorare gli aumenti del raglan.

La maglia che forma il raglan in questa ricetta è una e gli aumenti vengono effettuati ogni due ferri. In questo modo si ottiene che le maglie della manica e del busto siano inclinate tra loro di 90 gradi e la linea del raglan sulla maglia sia a 45 gradi. Questo è quello che permette di ottenere la manica classica delle t-shirt che si dispone a 90 gradi rispetto al busto. 

Una volta lavorati tutti gli aumenti che sono indicati in tabella dovremo separare il fronte e il retro delle maniche per continuare a lavorare il busto in tondo. Per fare questo metteremo in sospeso le maglie della manica su un pezzo di filo e provvederemo a montare qualche maglia per il sottomanica, per poi unire fronte e retro e continuare a lavorare in tondo fino alla lunghezza desiderata. Dopo aver intrecciato il bordo inferiore riprenderemo le maglie delle maniche e le lavoreremo in tondo una per una. 

Tutorial t-shirt lavorazione top down

💻  Blog Knitting Therapy – https://www.knittingtherapy.it/

⭐ Canale You Tube – https://www.youtube.com/channel/UCtzwEPo_3aLIj39UYL_ddcg 

⭐Instagram – https://www.instagram.com/iknitso/

⭐ Profilo Ravelry – https://www.ravelry.com/people/iknitsoidontkill

⭐ Pinterest – https://www.pinterest.it/knittingtherapy_it

⭐ Facebook – https://www.facebook.com/KnittingTherapy.it

Leggi anche

Caccia al Tesoro di Halloween | Trova il tuo Premio Speciale

Caccia al Tesoro d’Autunno | Gioca con noi

Sirenetta Amigurumi | Scopri come realizzarla

Tendenze Moda Autunno Inverno | Scopri cosa indosseremo

?>
Trustpilot