lana naturale caratteristiche tecniche

Lana Naturale | Dizionario dei Tessuti

La lana da pecora è la principale fibra naturale di origine animale, sia a livello di produzione che di consumi. Si ottiene dal vello della pecora attraverso la tosatura. 

Oltre alla lana di pecora esistono altre lane che vengono definite speciali e provengono dal pelo di altri animali:

  • camelidi, come cammelli, dromedari, alpaca e lama;
  • bovini, come gli yak;
  • roditori, come i conigli;
  • caprini, come le capre cachemire e angora.
etichetta pura lana vergine

Il marchio pura lana vergine rappresenta l’ente senza scopo di lucro che raccoglie i produttori di lana di oltre 30 paesi del mondo. Sta a significare che quel capo è realizzato con lana nuova di tosatura, cioè non rigenerata.

Le razze si dividono in tre grandi gruppi: merino, incrociate e indigene. La razza migliore per la produzione della lana è sicuramente la merino. Le sue origini sono da rintracciare nella penisola iberica, dove ha trovato l’ambiente più adatto per l’allevamento. 

Come si ricava la lana

caratteristiche tecniche lana da pecora

La lana si ricava mediante la tosatura del vello dell’animale e si effettua una volta l’anno, all’arrivo della primavera. Dalla tosatura si può ricavare la lana saltata o la lana sudicia e generalmente da una pecora si ricavano circa 5 kg di lana. Nel primo caso le pecore vengono lavate prima di essere tosate. Una volta tosato, il vello dell’animale viene selezionato perché le parti non hanno tutte la stessa qualità: ad esempio le parti provenienti da spalle e fianchi sono più pregiate perché più grandi e meno rovinate. 

In seguito alla selezione la lana viene sottoposta a diversi trattamenti:

  • lavaggio e sgrassatura – operazione che serve a pulire il vello dell’animale.
  • imbianchimento – operazione che deve essere effettuata per agevolare la tintura.
  • cloraggio – operazione che aumenta l’affinità della lana verso le sostanze coloranti. 
  • carbonizzazione – è un processo che si effettua per togliere le impurezze vegetali, trasformando la cellulosa dei vegetali in idrocellulosa. L’idrocellulosa viene eliminata con mezzi meccanici.
  • tintura – la tintura è l’ultimo dei processi che si effettuano sulla lana, tramite coloranti acidi.

Caratteristiche tecniche lana

ferri da maglia gomitoli lana

Vantaggi della lana

  • ingualcibilità – grazie alle arricciature delle fibre che si comportano come molle, la lana ha come principale caratteristica l’ingualcibilità.
  • morbidezza – la lana al tatto risulta morbida, soffice e calda. Per questo è perfetta per realizzare capi caldi e avvolgenti.
  • vestibilità – grazie alla sua naturale elasticità la lana risulta molto confortevole da indossare, adattandosi perfettamente al corpo.
  • idrorepellenza – la lana è rivestita da un grasso che si chiama lanolina. Questo grasso non va via neanche con i lavaggi e conferisce alla lana caratteristiche di idrorepellenza e anche antimacchia.
  • resistenza al fuoco – la lana viene definita ignifuga perché brucimolto lentamente e non emana fumi. 
  • proprietà termoisolante e igroscopiche – la lana ha la caratteristica di mantenere il calore del corpo, ma al tempo stesso lascia traspirare la pelle;
  • protezione ai raggi UVA;
  • buona resistenza all’usuramento.

Svantaggi della lana

La lana ha tante qualità ma anche alcuni apetti negativi:

  • igroscopicità – può influire negativamente nei processi di stesura dei tessuti: la capacità che ha la lana di assorbire l’umidità comporta l’allungamento del tessuto stesso. 
  • ingiallisce con il tempo.
  • è soggetta a infeltrimento.
  • può essere attaccata dalle tarme.

 

Vista – opaco

Mano – morbida, soffice, calda, avvolgente

Suono – soave, soffuso

Manutenzione della lana

maglione pura lana vergine manutenzione
  • Lavaggio: per lavare la lana bisogna utilizzare acqua tiepida e detergenti neutri. Sarebbe preferibile lavare sempre a mano, ma anche in lavatrice utilizzando gli appositi programmi che riducono la veocità della centrifuga. 
  • Asciugatura: l’asciugatura deve avvenire all’ombra e in piano, perché il peso delle fibre cariche di acqua farebbe deformare il tessuto. E’ sconsigliabile utilizzare l’asciugatrice.
  • Stiratura: la stiratura deve essere effettuata con calore moderato perché il calore forte deformerebbe la lana.
Utilizzo della Lana

Grazie alle sue proprietà isolanti la lana viene utilizzata per abbigliamento invernale, come maglioni, pantaloni e giacche. Viene usata anche per l’intimo ma non sempre la lana è ben tollerata a contatto con la pelle, quindi vediamo spesso in commercio indumenti intimi con lana all’esterno e cotone all’interno.

E’ ideale anche per la realizzazione di tappeti, rivestimenti e arredamento in generale, perché se prende fuoco non crea vampate ma brucia molto lentamente.

Dizionario dei Tessuti - Aran
Dizionario dei Tessuti - Loden
Antonella Pal - Creativa e Blogger

Antonella Pal

Antonella Pal, creativa compulsiva e blogger. Lavora da anni nel campo dell’handmade e il suo motto è Craft Makes Life Better.

Leggi anche

tessuto lino estate abbigliamento

Lino | Dizionario dei Tessuti

moda tartan abbigliamento invernale

Tartan | Dizionario dei Tessuti

caratteristiche tessuto fustagno

Fustagno | Dizionario dei Tessuti

dizionario dei tessuti termini tessili

Dizionario dei Tessuti – Lettera H

Trustpilot
Iconic One Theme | Powered by Wordpress